top of page

Consigli per il primo adattamento alle nuove lenti da vista



Introduzione: Indossare per la prima volta occhiali con prescrizione è spesso un momento di transizione significativo nella vita di molte persone. Sebbene ci si possa entusiasmare all'idea di vedere il mondo più nitidamente e chiaramente, è comune sperimentare alcuni disagi durante il primo adattamento alle nuove lenti da vista.

A tal proposito questo periodo di transizione può causare sensazioni variabili a seconda del grado di tolleranza personale come ad esempio la comparsa di cefalea o senso di vertigini. Tuttavia, è importante comprendere che questi sintomi sono solitamente temporanei e parte integrante del processo di adattamento.


  • Tempo di adattamento: la durata del tempo di adattamento alle nuove lenti da vista può variare notevolmente da persona a persona. In generale, il periodo di adattamento può durare da alcuni giorni ad alcune settimane, a seconda di diversi fattori, tra cui: tipologia di correzione, frequenza di utilizzo e tolleranza individuale.


  • Cefalea o mal di testa: quando si indossano per la prima volta occhiali con una nuova prescrizione, i muscoli oculari devono adattarsi a una diversa modalità di messa a fuoco. Questo processo di adattamento può causare tensione e stanchezza negli occhi, che a sua volta può manifestarsi come mal di testa e nervosismo. Con il tempo, i muscoli oculari si abitueranno alla nuova correzione e il mal di testa diminuirà fino a scomparire del tutto. Se i disagi dovessero protrarsi, invece, oltre le 3 settimane si consiglia un ulteriore consulto optometrico.


  • Senso di nausea o vertigini: assolutamente evitare movimenti bruschi o repentini della testa durante i primi giorni di utilizzo delle nuove lenti da vista in quanto ciò può aiutare a ridurre il rischio di vertigini e altri sintomi sgradevoli. Quando ti alzi da una sedia o da un letto, o quando ti giri rapidamente, fallo con calma e gradualità. Evita movimenti improvvisi che potrebbero causare un senso di instabilità o vertigini.


  • Graduale introduzione: se i sintomi come cefalea o vertigini sono particolarmente fastidiosi, potete considerare di indossare gli occhiali per periodi brevi all'inizio e poi aumentare gradualmente il tempo di utilizzo. In questo caso si suggerisce un utilizzo graduale in posizione statica (da seduti) in modo tale da ridurre al minimo eventuali disagi individuali causati dal primo adattamento.


  • Percezione della profondità: le nuove lenti da vista possono influenzare la percezione della profondità e della distanza, creando potenzialmente problemi durante le attività che richiedono una buona percezione spaziale. Questo fenomeno è noto come "anisometropia" e può verificarsi quando vi è una differenza significativa tra le correzioni visive dei due occhi.



Conclusioni: È importante tenere presente che questi sintomi sono generalmente temporanei e tendono a migliorare con il tempo mentre gli occhi si adattano alle nuove lenti da vista. Tuttavia, se i sintomi persistono o diventano particolarmente fastidiosi, è consigliabile consultare il proprio ottico-optometrista per valutare eventuali correzioni necessarie alla prescrizione delle lenti o per ricevere consigli su come gestire meglio il periodo di adattamento.


57 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page